Senti chi parla adesso (di bachata, del passato, del presente).

Capitano certe sere che all’improvviso è arrivata l’estate.

La senti nell’aria, nel vento caldo sulla pelle. In auto, un cd. Bachata.

Ti prende la voglia di tornare a quei tempi che il venerdì sera era decompressione, doccia, vestiti, sandali, trucco, e verso le dieci e mezza si usciva.

Bar all’aperto, l’arancio dorato dei calici pieni di spritz aperol, il ghiaccio che tintinna tra le risate, un sorriso, un saluto da lontano, lui c’è, non c’è, forse arriva dopo. Noi siamo qui? voi venite? ci vediamo lì, più tardi, Senza orari, senza responsabilità. Musica, parole, profumo alla vaniglia, telefonate urlate checeratroppocasinononsicapivaniente.

Capita che anche se ti scoccia ammetterlo, queste sere d’estate ti assale una nostalgia canaglia, ti prende la voglia di tornare a quei vent’anni che mentre li vivevi non ti sembravano poi chissache, e invece ora il tempo li ha photoshoppati, ricolorati, e resi speciali. Come una foto su Instagram, ma con la musica e il profumo della nostalgia. E capita di pensare che sarebbe la serata perfetta, senza l’afa insopportabile di luglio, per tornare a muoversi in pista. Voglia di una salsa scatenata, di una bachata lenta. Sguardi, inviti silenziosi, occhi chiusi, musica nel sangue, cannucce agitate nei bicchieri di mojito.

E invece no. Invece c’è un pannolino da cambiare, di nuovo, pigiamino, lattemielebiscotto. Seduti sul divano, io e il mio ometto piccolo, che c’è “Senti chi parla adesso” su Sky Cinema Hits, e ci sono i cagnolini, che a noi piacciono da impazzire. E invece di “Cuando Volveras” c’è lui che strilla baubaubau! tutto felice, e piano piano si rilassa, vuole salire sulle mie ginocchia, appoggiarsi a me, la manina che accarezza il mio ginocchio, l’altra che sale a strofinarsi gli occhietti pesanti di sonno.

E poi si gira verso di me, con quel suo sorriso, con le sue fossette.

All’improvviso, la bachata non la sento più, ma sapete una cosa, va bene così.

Annunci

3 thoughts on “Senti chi parla adesso (di bachata, del passato, del presente).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...