I dieci peggiori esemplari di maschio su Facebook: seconda parte.

Dunque, proseguiamo con la seconda parte della mia approfondita e serissima analisi sociologica dei peggiori esemplari maschili che prosperanoe proliferano su Facebook. Se ve la siete persa, trovate la prima parte nel post precedente.

4. L’EVANGELIZZATORE. Che si tratti di temi religiosi, sociali, politici, calcistici o altro, il suo profilo personale pullula di link e status monotematici, spesso scritti in preda ad una sacra furia e pertanto ostici ai profani che si propone di convertire. Ora, non è che io ce l’ho su con quelli che hanno un’idea, un’opinione, una fede, una missione, sia religiosa che non. Al contrario. Ma come sapete, poche persone riescono ad essere fastidiose come i folgorati dalla Verità lungo la metaforica via di Damasco che come primo pensiero la mattina si prefiggono saldamente di sfracassare gli attributi a tutti gli altri comuni mortali che non riescono a non compatire. Che tu sia juventino, appassionato di parapendio, buddista, dukaniano, grillino, anarchico, ex fumatore pentito, ex fornicatore in odore di santità non frega una mazza a nessuno, quindi è inutile che ti affanni a commentare le bacheche altrui nella speranza (assai vana) di portare loro la Luce. Noi beviamo bevande gassate, mangiamo carne e pesce, consumiamo carboidrati e quant’altro a prescindere dalle tue rivelazioni, qindi risparmiati la fatica e risparmiaci il tuo ardore. Che certi commenti moralisti sono gradevoli ed efficaci quanto il campanello suonato dai testimoni di Geova alle otto di mattina la domenica di Pasqua, sappilo.

5. L’OTTUSO. Ah, l’ottuso. Quante soddisfazioni è in grado di dare  questo esemplare ad una penna impietosa come la mia, nonostante non si tratti affatto di una specie rara, anzi, purtroppo è al contrario una specie in diffusione incontrollata. Come i conigli in Australia, incontra i propri simili e commette l’inenarrabile ottusità di riprodursi, contribuendo in modo assai nefasto alla sovappopolazione del pianeta, sia reale, che virtuale. Perchè tu puoi spremerti le meningi a tirar fuori un post che niente niente sembra uscito dritto da Spinoza, per dire, ma lui, poverino, lui lo prende alla lettera.
Non è cattivo. Semplicemente, gnaa fa. O, come si dice qui in veneto, “ghe manca un boio”. Non coglie l’ironia, non percepisce il sarcasmo (in particolare quando non è affatto velato e lo riguarda direttamente. Non si rende minimamente conto del fatto che tu e gli altri ventisette che commentano lo state allegramente perculando da mezza giornata, ed insiste imperterrito nel ribadire il suo punto di vista, argomentandolo diffusamente. Nel caso abbia Twitter, corre seriamente il rischio di diventare una Twitstar, beato e contento del suo incredibile successo e della quantità abnorme di retweet che riceve; la sua profonda, ingenua, autentica inconsapevolezza totale del fatto che i suoi quattromilasettecento followers lo seguono e commentano solo ed esclusivamente per prendersi ostinatamente e deliberatamente gioco di lui ha qualcosa di commovente.

6. L’INFINGARDO. Su, amiche, non ditemi che non è capitato anche a voi almeno una volta. Spesso si nasconde tra gli amici di una volta, magari un ex collega, un ex compagno di scuola, il moroso dell’amica della vostra amica. E’ statisticamente impossibile che non ne abbiate mai beccato uno. Si mimetizza bene, ha nel profilo la foto di lui con morosa-moglie ed eventuali figli, condivide post buonisti e piccolo borghesi sulle gioie della vita in famiglia, sui piaceri semplici di un onesto pater familias, tanto che voi pensate, an, vedi, che i bravi ragazzi ci sono ancora. E una sera che siete lì di cazzeggio assoluto e totale, come un rapace predatore si lancia sul pallino verde de vostro messenger e attacca bottone. Se è un filo sgamato, tasta bene il terreno prima di procedere, ma spesso il suo alone di rispettabile invulnerabilità gli fa abbandonare ogni ragionevole riserva per provarci di brutto. Siccome è uno furbo, lui tende a non chattare  durante il weekend, e cancella tutte le conversazioni. Gli ultimi scampoli di ragionevole prudenza lo inducono a scegliere le sue “vittime” tra quelle già provviste di dolce metà ufficiale, che considera portatrici di meno problemi al momento dello “sgancio” post consumazione. Molto spesso coincide con l’evangelizzatore moralista che predica moderazione e continenza sulle bacheche degli amici single e festaioli, che in privato invidia fino a mangiarsi le nocche delle mani, e nei casi peggiori dicono possa essere pure il fidanzato modello che tanto avevate invidiato alla vostra amica. E lì nascono i dilemmi “glielodicoono” che ti fanno venir voglia di spedire direttamente la disdetta all’ADSL e tornare ai cari vecchi nokia a schemo verde, dove l’unico cazzeggio possibile era l’innocuo Snake. Altro che smartphone.

Ora, io continuerei pure, ma ho un paio di uomini niente affatto virtuali a cui preparare cena, quindi a malincuore devo costringermi a lasciare questa mia fedele tastiera e concentrare i miei biondi neuroni sui fornelli, lasciando a domani gli ultimi quattro esemplari oggetto dell mia disamina sociologica. Approfitto però per un breve disclaimer volto a rassicurare i miei amici reali e virtuali a cui accadesse loro malgrado di imbattersi in questi miei vaneggiamenti: se rientrate ancora tra i miei amici o following su Twitter, state tranquilli. NON STO PARLANDO DI VOI. Capito, Simone? che poi si preoccupano sempre i migliori, altro che quelli a cui invece pensavo io. E poi, sempre per via di disclaimer, si scherza, si esagera, si drammatizza.

Non prendetemi troppo sul serio, io non lo faccio mai per principio.

Annunci

One thought on “I dieci peggiori esemplari di maschio su Facebook: seconda parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...