flusso di coscienza in minuscolo.

tutto in minuscolo perchè sono stanca, e preferisco leggere, perchè oggi è stata una giornata normale, tranquilla, calma. eppure di uno spleen tremendo e ho cercato quella poesia di Baudelaire, quand le ciel bas et lourd pèse comme un couvercle e sì, è così,  e non sai perchè e per come e non riesci a farlo andare via pensi sarà il cambio di stagione ma in mano il passaporto che è scaduto ma magari un volo da qualche parte a vedere qualche posto diverso fotografare e scrivere e leggere e andiamo via ma poi piangono e sono stanchi e hanno fame e diventiamo nervosi e allora la voglia di fare un sacco di cose si incastra in testa con l’apatia grigia ed insulsa che neanche ti pettini i capelli al mattino perché tanto e invece poi no torni in bagno perchè te lo devi glielo devi telo devi di non lasciarti andare e allora ti vesti e fai i letti e cucini e pensi il salmone all’arancia e l’arancia conosci la terra dove fioriscono i limoni ed è la Sicilia allora pistacchi e pasta lunga ma perchè mi dimentico sempre di comprare quella monograno e anche il vino, lunedì ci vado anzi martedì andiamo anzi no c’è il mercato e tra poco la fiera dei Santi che una volta sì che era bella invece adesso no ma bisognerà portarlo alle giostre magari al mattino che c’é meno gente okay la pasta la pasta è pronta e la bottarga  e una foto e però troppa roba e hanno ragione ma a me piaceva così e poi sbam! e non importa se hai sbagliato dannata insicurezza di quando invece salti e lo fai sempre senza la corda di sicurezza e invece non era giusto ma va bene uguale sono dettagli senza importanza le cose quelle vere sono altre e allora basta cazzate e va appena un po’
meglio.

Non tanto. Lo spleen resta. Non è mica sempre tutto fantastico, o magari lo è ma non lo vedi, e non è colpa di nessuno se ti alzi dal lato storto sarà colpa del tempo chissà.

(e perchè devi scriverlo qua, dice la voce dentro la testa, e rispondere boh, magari mi passa, o comunque non è onesto far finta che tutto va sempre benissimo lavoretti manicaretti e libri e filastrocche, insomma è più onesto in un certo modo, da un certo punto di vista del resto basta non metterlo su facebook e lo sanno tutti che se non è su facebook non è successo davvero, e anche il contrario, soprattutto. basta.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...