Priorità assolute: guarire, ma soprattutto… dimagrire.

Mi fanno male le ossa da dieci giorni. Ho passato l’influenza drogandomi di tachipirina mille, giusto per via delle creature a cui badare. Da domenica ho il fuoco in gola, nel naso e nelle orecchie.  Da mercoledì sono completamente afona. Ho consumato una scatola di moment, mezza di oki, tre pastiglie di bentelan. Sto facendo aereosol di clenil.

In tutto questo, hanno inventato la penicillina nel 1929, ma a quanto pare una settimana di laringite batterica non è un motivo sufficiente per provare a vedere se magari, forse, chissà.

In fondo, è facile gestire due pupi di tre e un anno senza un filo di voce: basta sussurrargli fate i bravi che mamma è stanca e papà ha la febbre, loro si immobilizzano all’istante.  Come no.

Comunque.

Una delle poche cose che rischiano di riuscire davvero bene quando sei malata è la dieta.

Io ho praticamente smesso di mangiare otto giorni fa: eliminato radicalmente il glutine, perché è tornato a darmi fastidio e sebbene mi pianga il cuore ho notato che un periodo detox di tanto in tanto mi aiuta a riprendermi un attimo. Ho ridotto di molto gli yogurt, altra mia passione, perchè sto bevendo tazze di latte e miele nel (vano e disperato) tentativo di lenire le mie corde vocali in sciopero. Mi chiedo cosa farò dei miei batteri, il licoli. Ha sei mesi, merita di vivere, poraccio. Ma mi viene il nervoso, ecco.

Di sera mi ero auto-costretta a buttar giù qualcosa, proteine, un po’ di sostanza tanto da non devastarmi lo stomaco con le medicine. Una sera mi sono anche concentrata, ho fatto il riso venere con salmone e arancia. Mi piace un sacco, il riso venere, e lo cucino spesso ultimamente, anche se ci vuole un sacco di tempo. Trovo che il nero sia molto scenografico, e oltre ad essere buono fa anche bene, è ricco di fibre e facilmente digeribile.

Comunque ho vomitato per tre sere di fila a causa di devastanti crisi di tosse, dopodiché lo stomaco si è chiuso e ha detto okay basta.

È la prima volta che non spendo soldi per una dieta. Che di solito noi donne partiamo a riempire carrelli di roba light bio, dairy gluten sugar free, raddoppiando sia l’importo dello scontrino che la quantità media di calorie presente nel carrello (il resto della famiglia mangia normalmente, e metti che finisce il mondo,  e vuoi non aver niente in casa se viene qualcuno, e se mi viene una crisi ipoglicemica).

Immagino che prima o poi la fame tornerà, ma non ho fretta. Anzi, spererei di essere entrata in chetosi senza neanche accorgermene, anche se la Dukan, ecco, no. Ho bisogno di verdura e carboidrati, solo magari evito i Pandistelle, la pizza, la birra e i cereali con i quadretti di cioccolato. I cereali sono la rinuncia più difficile, anche perché le gallette di riso fanno davvero schifo. (il piccolo di casa ne va pazzo, misteri dell’infanzia).

L’obiettivo sarebbe tornare a pesare circa 54 kg, ne mancano sette da perdere. Entro, chessò, fine aprile? Maggio? Prova costume, diciamo. 

Mi pare un obiettivo verosimile.

Poi però bisogna rassodare, tonificare,  insomma tener su un po’ tutto. L’idea sarebbe un po’ di nuoto,  correre, palestra. In realtà l’unica cosa che abbia davvero voglia di fare sarebbe sfinirmi di aerostepzumbalifepump a 140 battiti tipo ogni sera, e un paio di volte la settimana pilates. I corsi però li fanno sempre in orari poco compatibili con la maternità indipendente. Che a portarli dalla nonna ci metti un’ora in più ogni volta, e io lo so che alla terza sono già stufa.

Comunque niente, afona, devastata dalla tosse, con le ossa doloranti, il naso spellato, due occhiaie che neanche il Panda Po, ma magra a tutti i costi.

(Senso delle priorità, non pervenuto.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...