EXPO 2015, turni scomodi, l’80% dei convocati non si presenta.

image

Correva l’anno 2012, praticamente l’altro ieri, quando l’allora ministra Fornero veniva duramente contestata per aver osato esortare i giovani a non essere choosy, schizzinosi insomma, e prendere un po’ quel che viene nel frattempo che si aspetta (di avere l’esperienza di vita per) il lavoro “giusto”, cioè quello delle frasette da condividere su Facebook con font orrendi su sfondi poco plausibili per agguantare like di disoccupati come noi, che però insistono sul fare cose che ci piacciono così non lavorerai un solo giorno della tua vita. A MAZZATE IN TESTA, sono da prendere questi qua, che intanto li mantiene la pensione di papà. Gente troppo impegnata a scansare il lavoro vero per aver altro da fare nella vita, gente che butta soldi non propri in Corsi di Self Branding, Strategic Salcazzo Developement, tenuti da gentaglia troppo pigra per lavorare sul serio ma abbastanza furba da abbindolarli con etti di fuffa tagliata a fette spesse per farsi mantenere i loro fantomatici progetti di incredibili fighissime startup.

Le sgallettate, dopo essersi accorte che per fare le libere professioniste non basta un corso di Ninja Marketing ma bisogna studiare e sudare e fare fotocopie e portare centinaia di vassoi e pulire bagni anche di sabato e domenica, soprattutto di sabato e domenica, e che definirsi freelance non è più così figo come era ad esempio nel 2012, anzi al contrario sa un po’ di disperato e molto di dilagante pressappochismo ed eccessiva convinzione, le sgallettate ora fanno i corsi per fare la SOLOPRENEUSE, sperando di poterlo usare per una manciata d’anni prima che diventi mainstream come hipster, i moustache e un keep calm qualsiasi.

Protestano a gran voce, le SOLOPRENEUSE, perchè lagggente non capisce, perché dopo il primo anno bisogna pagare un botto di tasse, perché non ci sono opportunità ma un sacco di opportunisti pronti a sfruttarle,  protestano contro il lavoro gratuito, del tutto dimentiche o peggio ignare di quando si mandavano i ragazzi a bottega e i genitori PAGAVANO per i costi che la bottega sosteneva ad insegnare il mestiere, che ci vuole una marea di tempo e voglia a insegnarlo, un lavoro, e non lo sanno quante aziende hanno pagato mesi di errori per poi sentirsi dire che no, grazie, voglio realizzare un sogno, vado a fare la SOLOPRENEUSE. Vai, cara, vai, ci vediamo lungo il fiume, più avanti.

Ma non c’è lavoro, c’è crisi. ORDE di disoccupati che si piagnucolano addosso, che non arrivano a fine mese, e lo twittano dal l’iPhone 6 plus mega iper comprato a credito, e guarda sono disperato accetto tutto, qualsiasi lavoro. Poi scopri che questo no, l’altro uhm, di sabato non lavoro, e non è affine alla mia sensibilità. VALLO A CHIEDERE A CHI SI ALZA ALLE 5 OGNI MATTINA PER PAGARE AFFITTO E BOLLETTE, se è affine alla loro sensibilità creativa.

Tutto questo perchè oggi leggo sul Corriere (http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_aprile_22/expo-turni-scomodi-lavorare-all-expo-otto-10-ci-ripensano-45dbd36c-e8b6-11e4-88e2-ee599686c70e.shtml) che l’80% dei selezionati per EXPO non si è presentato alla firma, per orari scomodi. Lasciamo da parte per un secondo la vergogna EXPO, che scambia la Toscana per l’Emilia Romagna e traduce i cartelli con Google, ma l’OTTANTAPERCENTO non si è presentato per turni scomodi.

Se non è essere choosy questo, io davvero non so. Ma su, ditemi qualcosa di sinistra, tanto non avete mica altro da fare, non c’è lavoro, c’è crisi.

Annunci

One thought on “EXPO 2015, turni scomodi, l’80% dei convocati non si presenta.

  1. Ogni volta che leggo uno dei tuoi post mi sento sempre mentalmente più affine a te… e aggiungo: ma chi si è candidato per lavorare ad Expo non ha pensato che… essendo aperto dalle 10 alle 23 tutti i giorni sabato, domenica, 1° maggio, ferragosto compreso… avrebbe forse dovuto lavorare su turni che coprono dalle 10 alle 23 tutti i giorni sabato, domenica, 1° maggio, ferragosto compreso?!?!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...