Camminare o correre sul lungomare.

image

Camminare o correre sul lungomare di mattina presto è un fantastico esercizio di sociologia spicciola.

Ci sono quelli che corrono e basta, quelli che fanno finta trascinando malamente i piedi uno dopo l’altro, quelli che corrono per guardare e a momenti lasciano una rotula perché si erano distratti dietro un fondoschiena a mandolino, quelli che invece corrono solo per farsi guardare.

Ci sono mamme scattanti e papà prestanti che corrono spingendo passeggini, signori anziani dal fisico asciutto, ragazzotti grassocci che sudano l’impossibile già a trenta secondi dall’incerta partenza.
Ci sono le signore anziane chic con i loro camicioni bianchi e svolazzanti, e le altre con la fodera del divano buono cucita addosso. Ci sono i gruppi di ragazzi che si mettono in fila e avanzano come bradipi in preda all’hangover assoluto, ci sono i commercialisti in ferie con il sole24 e l’ombrellone aperto alle sette di mattina.

E poi ci sono i tedeschi, che si dividono in due categorie: quelli invecchiati in fretta e male, grassi e ottusi come il peggior cliché, e i quarantenni alti e asciutti con le maglie adidas e umbro in tessuto tecnico, il tipo che ogni mattina prima di colazione fa triathlon, e fa camminare i tre figli scalzi al passo dell’oca per temprarli.

La gente è un bel libro da leggere.

Annunci

One thought on “Camminare o correre sul lungomare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...