Gli ultimi a sapere le cose.

Stavo pensando oggi a quanto spesso accada che proprio le persone che ascoltano meno siano in effetti poi le prime a lamentarsi a gran voce e mostrarsi ferite, offese e costernate quando scoprono qualcosa che ci accusano di aver tenuto loro nascosto. A poco serve cercare di ricordare loro le esatte circostanze in cui invece glielo avevamo raccontato, aggiungendo magari anche la loro risposta: se non lo ricordano, loro che non dimenticano mai nulla, significa semplicemente che non è mai accaduto, punto e basta, altrimenti se ne ricorderebbero.

Sono le stesse persone che continuano a fare domande senza mai ascoltare le risposte, quelle che si annoiano in fretta, quelle che usano solo la prima persona singolare per verbi pronomi e aggettivi.

Sono quelle che sanno sempre la cosa giusta da dire, ma spesso dicono esattamente l’opposto. Raramente tacciono.

Finisce che poi davvero non raccontiamo loro più nulla, e hanno ragione a lamentarsi del fatto che sono gli ultimi a sapere le cose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...