Metodologia strategica del like di acchiappo.

Erano i tempi delle storie d’amore e di sesso sui social network, erano i tempi di chilometri di chat e zero limoni, erano i tempi dei like a piscio di cane per segnare il territorio, e questo era segnale di grande impegno conquistatorio oltre il quale toccava a lei, se voleva, e se lo faceva era una cozza da disamicare perché lui in realtà era solo amichevole e lei stava fraintendendo, e se invece non lo faceva era una puttana frigida. 

Erano i tempi in cui a lui non passava nemmeno per l’anticamera del cervello il sospetto che forse la sua conversazione non era poi così brillante e che quanto lei risultava online non era, come lui era quasi certo che fosse, intenta a fissare il display sperando e pregando invano per un suo cenno, per un oscillare di puntini denso di aspettativa e speranze, bensì per una conversazione-con uno qualsiasi dei suoi quattrocentotre contatti-innegabilmente meno stentata  di quella che lui si ostinava invano a prolungare, annacquandola come il whisky economico del barista disonesto.

Erano i tempi in cui casuali osservatrici, favorite da un malizioso ammiccare del misterioso algoritmo di visualizzazione della corrente di pensierini, solo accidentalmente supportato da un minimo sindacale di superficiale interesse verso gli altrui misfatti, si accorgevano della innegabile discrepanza tra il livello grammaticale, ortografico, semantico e sintattico dei di lui commenti e certi like al tipo di articolo piuttosto snob che lei ogni tanto amava postare, più per convinzione che per posa intellettuale. 

Erano i tempi in cui l’osservatrice casuale taceva e scorreva le notizie, lasciando insoddisfatta la tentazione di scrivere un minuscolo trattato di metodologia strategica del like di acchiappo, certa che come tutti i manuali sarebbe stato comunque letto da chiunque tranne coloro ai quali era  rivolto, e tornava a scorrere gallery sui vestiti di Katherine Windsor née Middleton e il sedere di Kim Kardashian, e nessuno dei fatti narrati nel blog si era mai davvero verificato.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...