È l’una di notte.

Se ho i capelli corti trovo milioni di elastici pinze mollette forcine ovunque, ma appena raggiungo il minimo sindacale raccoglibile, puff. Adesso è uno dei periodi puff: taglio così ritrovo gli elastici, li metto in una scatola con su scritto elastici e perdo anche quella, oppure non taglio, compro elastici nuovi e li metto in una scatola con su scritto elastici e perdo anche quella? Sono indecisa. 

Alterno periodi in cui almeno dodici flaconi di shampoo invadono l’armadietto del bagno, comprati compulsivamente per sconti o semplice terrore di rimanere senza. Cosa che puntualmente accade, tre confezioni finite sparse nei bagni, acqua per allungare eventuali fondi rimasti, e zero. Neanche un campioncino dalle riviste, solo balsami e insipidi profumi. 

È l’una di notte, sono stanchissima e non ho sonno, ho lavato i capelli con un sapone per le mani e sei litri di balsamo. Mi serve della valeriana, camomilla, un tranquillante o forse semplicemente meno caffè. Ah, ho fame. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...