Sacramento, California. 

​Mi fa molto ridere che esista una città chiamata Sacramento. Mi ricorda mia nonna, che una volta mi disse che proprio il suo confessore le aveva detto che sì, non si deve imprecare, ma Sacramento è appunto una città della Merica, e anche Ostia, che è lì sotto Roma. Poi mia nonna lo dice più al femminile, eh sacramenta, quasi fosse quella forma di sostantivazione dell’aggettivo neutro plurale latino per cui si sottintende res, e agenda diventa “le cose che devono essere fatte” e mutanda, mutanda sono “le cose che devono essere cambiate”. Poi mia nonna dice anche “cassa”, che è molto più efficace e insieme dolce, inoffensivo quasi, rispetto alla durezza spigolosa dell’abusato “azzo” di noi ragazzi. 

È una forte, mia nonna. Dice anche “mi no digo gnente, ma gnanca no taso, e ti pela vivo. Ma con affetto. 

Ha novanta anni e spicci, e va a trovare i suoi “veceti” al ricovero, il più vecchio ha vent’anni anagrafici meno di lei, e circa seicento in più. Speriamo nella genetica, cosa volete che vi dica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...