Per sbaglio la lavastoviglie.

Per sbaglio ho acceso la lavastoviglie alle 23.19. È una Bosch, ma non il modello più figo, quello medio, i programmi durano di più, fa più rumore e non ha l’ammollo, che in quella di prima non ho mai usato e ora mi vengono in mente almeno quindici diversi momenti in cui l’ho rimpianto. 

L’ho spenta subito. Domattina dimenticherò di accenderla prima di uscire, poi a mezzogiorno imprecherò perché devo accenderla e non posso far partire la lavatrice, invece. È che l’ho caricata tardi, perché dalle cinque in poi mi sono messa a cucire il vestito da Carnevale del grande, che vuole essere un mago tipo Merlino, però, non un prestigiatore, e vuole una bacchetta magica, io pensavo che la sfilata fosse tipo il 25 invece ho scoperto che no, è domenica. Questa. E quella dopo. 

Yuppiduh! Odio i coriandoli, ne conservo ancora intatti dal 1995 in alcuni cassetti. Li odio. 

Allora domani pomeriggio ferie, perché devo finire la spesa per la sua festa di compleanno, sabato, a cui non ho capito se vengono 50 persone o un centinaio, e sto ordinando panini e tramezzini a caso. Ci sarà uno spettacolo di burattini, se mi ricordo di mandare la geolocalizzazione del posto al tizio dei burattini. Ci sarà una torta, che oggi ho dimenticato di andare a ordinare perché ero concentrata a pensare al costume da maghetto. Che è uscito, non benissimo ma credibile. Devo attaccare le stelle e fare un cappello, per cui domattina googlerò sorcerer’s hat template e capirò come evitare di sbagliare il taglio degli ultimi 70 cm di fodera blu e raso dorato che mi restano. Tempo di andare a ricomprarli non ce l’ho. 

Venerdì Brescia, che mi hanno chiesto di andare a fare due chiacchiere di social e gelaterie in una scuola molto bella e molto seria, e io non sono certa di essere competente, ma oggi mentre cucivo provavo il discorso della mia, diciamo così, lezione, e ho *parlato* per quattro ore, quindi forse un argomento o due li trovo. 

Mi fermo a pranzo nella pasticceria poi fantastica del mondo, faccio due o tre foto decenti, poi il ritorno a casa, recupero i piccoli, salto la palestra e mi organizzo per la festa di sabato con decorazioni e palloncini. Il suo sesto compleanno. Sei anni. Non mi so soffiare il naso (odio farlo, mi fa schifo) e ho un figlio di sei anni. Mi sono morte anche le piante di plastica, ma lui ha sei anni. Probabilmente la sua sopravvivenza dipende dal fatto che non è verde. Sei anni. Che epifania. Però è nato a San Valentino. Quello nato il giorno dell’Epifania è mio fratello. 

Sabato la festa. Ho l’ansia da event planner, ma dovrebbe essere tutto sotto controllo. Se mi ricordo di ordinare quell’accidenti di torta. E se le mamme mi confermano. Prima di sabato alle tre, magari. 

Domenica per riposare andiamo ai carri mascherati, se mi ricordo di finire il cappello, che devo ancora iniziare, e chiedere a nonno 1 di fare una bacchetta magica di legno e a nonno 2 di farla d’acciaio 316 che poi sua magositá decide con cosa operare. Quasi quasi gliela faccio fare in ottone, come i pomi, e un manico di scopa. Mi costa meno in oro zecchino se si continua così, ma okay. I figli so piezz’e core. È comunque più facile da gestire del vibranio che avrebbe preteso se si fosse vestito da supereroe Marvel, pertanto siamo a cavallo d’un caval. 

Si gira come trottole, ma poi lui ti guarda e ti dice mamma, mi stai facendo il costume da carnevale più figo del mondo. E allora, ciaone,va bene tutto, vale la pena tutto. 

(Però ho bisogno di palestra. Sto sempre bene, dopo essere andata in palestra. Meravigliosamente bene. Mumble, mumble, la palestra. Non si può fare tutto. Però, la palestra.)

(PS Il fitbit dice che mancano appena 747 passi per raggiungere il mio obiettivo di diecimila passi al giorno. Non so se la cosa, alle 23.49 di sera, sia più rincuorante perché ho fatto novemiladuecentoerotti passi senza accorgermene, di cui almeno seimila con i tacchi alti, o più frustrante. Mezzo pieno, mezzo vuoto.) 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...