La prova costume.

È nel lessico collettivo di tutti i vicentini, associata a lunghe ore di assolata colonna invidiando le moto che arrivano prima, la strada dei terrai, a destra una distesa verdeblu di laguna e a sinistra sterminate distese arate, a intervalli regolari case coloniche del Ventennio oggi in rovina. 

Di solito partiamo dopo il pranzo della domenica, ma ieri sembrava così tanto novembre che appena quattro ore di giugno stamattina erano davvero troppo poco. Sento pizzicare la pelle, di un vago color pomodoro maturo, e il sole tramonta sui campi mentre ritorniamo a casa da un assaggio d’estate che lascia sperare in agosto migliore degli ultimi cinque o sei.

La prova costume, intanto, è andata. Da qua in giù, è tutta discesa, lo dice il ragionamento stesso. No? 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...