Beata gioventù. 

Mi piacciono le signore che camminano sul lungomare, capelli azzurri in una piega perfetta, costume intero a tinta unita con un lieve drappeggio sul davanti, e la borsetta tra il gomito e il fianco. Spesso un cappellino, qualche volta di paglia. 

Metodicamente ostinate, camminano per chilometri senza mostrare segni di cedimento, i piedi sulla battigia, unghie curate rosso corallo, occhiali da sole a farfalla, schiena diritta e bel portamento.

Passi piccoli, uno di seguito all’altro, scivolano in silenzio tra castelli di sabbia e racchette da spiaggia. Più avanti si fermano sotto il tendone dei venditori ambulanti, forse compreranno un pareo, o magari un foulard, e sembrerà uscito da una boutique. 

Nelle ore più calde si siedono all’ombra, in mano una rivista o il cruciverba, accanto ai mariti che presidiano l’ombrellone dalle sette del mattino. Senza mai togliere la polo e i BERMUDA, se ne stanno seduti sulla sdraio dietro il Corsera spalancato, occhiali da presbite sulla punta del naso, e solo ogni tanto un’occhiata alle ragazze due ombrelloni più avanti, belle figliole, se avessi quarant’anni di meno, e sospira, voltando pagina:”Beata gioventù”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...