Angela. 

Mi chiamo Angela, e sono parrucchiera.

Oh, lo so bene, adesso si dice hair stylist, e il salone è diventato un hair studio, per lei, e un barber shop, per lui. Ma sempre di peli si tratta. Il mio lavoro mi piace. Preferisco tingere che tagliare, in questo sono atipica, di solito le parrucchiere amano tagliare, te li spunto appena, dicono, e via venti centimetri.

Io no, non lo faccio quasi mai. Ci vuole così tanto tempo a far crescere i capelli, tagliarli mi spiace sempre un poco. 

Certe volte però è inevitabile, me ne accorgo appena entrano. Si guardano  un attimo intorno prima di piantarmi addosso gli occhi di rimbalzo attraverso lo specchio, e dicono voglio tagliare. Trattengono il fiato finché non cade la prima ciocca, a volte chiudono gli occhi e li tengono così fino alla fine. 

Vogliono cambiare testa, vorrebbero cambiare vita. 

Certe non leggono neanche, non parlano con le altre. Stanno zitte e ascoltano le forbici potare i loro rami secchi. Poi il colore. Prendo un rettangolo di stagnola, una ciocca di capelli, pennello, piega, pennello, chiudo, chiudo, chiudo, e ricomincio finché non sembrano strane extraterrestri. Le lascio sotto il casco con le loro stagnole e i loro pensieri, passo ogni tanto a controllare, e poi via, al lavateste. Le sento rilassarsi di colpo, le mie dita massaggiano a fondo il cuoio capelluto, abbassano le spalle, le sopracciglia si distendono. Alcune sospirano, altre quasi mugolano di piacere. Abbiamo tutte bisogno di carezze, paghiamo analisti per quelle virtuali, estetiste e parrucchiere per quelle reali. 

È bello vederle uscire diverse, e più uguali a loro stesse, muovere appena la testa per osservare come guizza la luce tra i loro capelli. Si sorridono allo specchio. E poi tornano alle loro vite vecchie, con una testa nuova. 

Qualche volta no, qualche volta le forbici tagliano zavorre più pesanti dei capelli, ma da qualche parte bisogna cominciare. Cominciano dai capelli. 

Mi chiamo Angela, e sono parrucchiera. 

Creo teste nuove, e a volte nuove vite. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...